Settore RC Auto in Italia con 6,1 miliardi di euro di raccolta premi in 6 mesi: caspita che crisi, bisogna subito alzare i prezzi!

Sconforto e disperazione delle lobby assicuratrici in Italia. Il settore RC Auto ha raccolto solo 6,1 miliardi di euro in 6 mesi, che è un importo da mettersi le mani nei capelli. Eppoi c’è da dire che a contare non è il giro d’affari, ma il profitto. Dunque, siamo a un utile di 132 milioni. Lacrime e sangue. Dolore e ansia anche per i rischi diversi: Furto e incendio, Kasko, Grandine, Atti vandalici. Nel 2022, raccolti 3,5 miliardi di euro di premi (+ 6,3% rispetto al 2021).

Innanzi a questi numeri da panico, c’è un’unica soluzione, suddivisa in cinque azioni. Primo, aumentare i prezzi RC Auto e magari delle polizze accessorie. Secondo, canalizzare a più non posso gli automobilisti danneggiati verso le carrozzerie convenzionate, tagliando fuori i carrozzieri indipendenti, specie quelli d’élite di Mio Carrozziere. Terzo, ignorare bellamente la legge Concorrenza del 2017, che ha cambiato l’articolo 148 comma 11 bis del Codice delle assicurazioni: l’assicurato ha “la facoltà di ottenere l’integrale risarcimento per la riparazione a regola d’arte del veicolo danneggiato avvalendosi di imprese di autoriparazione di propria fiducia”. Quarto, piazzare franchigie, scoperti e massimali a chi osa avvicinarsi ai carrozzieri indipendenti e al meglio, cioè al network Mio Carrozziere. Quinto, spingere per la canalizzazione forzata anche tramite la scatola nera: installi il dispositivo e se c’è un incidente vai dal carrozziere convenzionato, altrimenti sono penali che fanno male.

È passato allegramente in cavalleria il denaro incassato dalle lobby assicuratrici durante il lockdown pandemico. Adesso, abbiamo l’inflazione che morde, i sinistri che costano, e quindi l’aumento dei prezzi RC Auto è inevitabile, ineluttabile, inarrestabile. Lo dice l’Ivass, l’Istituto di vigilanza sulle compagnie: “L’aumento della frequenza dei sinistri e del loro costo medio, ma anche lo sfasamento temporale tra la crescita dell’inflazione e i suoi effetti sul mercato assicurativo, possono contribuire a spiegare il rincaro della RC Auto”.

Così, il prezzo medio RC Auto a novembre 2023 è di 391 euro, in aumento del 7,1% su base annua. Siamo a un millimetro dal livello pre pandemia. Gli assicurati assegnati a classi di merito superiori alla prima registrano un incremento di prezzo dell’11%: un sinistro causato è una sciagura per il portafogli.

Published On: 01/02/2024 Categories: Assicurazioni

Cerca la carrozzeria più vicina a te per maggiori informazioni e per un preventivo gratuito.

TROVA LA CARROZZERIA MIOCARROZZIERE
PIÙ VICINO A TE

RICHIEDI INFORMAZIONI

    Dichiaro di aver preso visione e autorizzo il trattamento dei dati personali l'informativa sulla privacy.