Auto riparata male nei Paesi del Quarto Mondo per risparmiare: no al futuro distopico

Tagliare, contenere i costi, risparmiare a danno di tantissimi, così da massimizzare i profitti di pochissimi giganti: ti piace questo futuro distopico? Non è fantapolitica, visto che sempre più spesso i colossi che operano in determinati settori si pongono proprio quell’obiettivo, a discapito della qualità, la quale scende a livelli miserrimi. Un piccolo esempio: auto sinistrata a Bergamo, messa da una compagnia assicuratrice su un bisarca, trasportata in un mega hub in provincia di Torino, col proprietario sulla panchina che vede viaggiare sotto i propri occhi la macchina da una parte all’altra dello Stivale. Perché? Perché nel maxi polo di riparazione si risparmia, e perché a Bergamo in quel momento sono pieni di veicoli fino alle orecchie, magari dopo una grandinata. Ma questa è solo la prima pagina del libro sulla distopia, in quanto nei capitoli successivi la prassi si estremizza: auto riparata male nei Paesi del Quarto Mondo per risparmiare. Con prezzi di manodopera più bassi, ancora più giù, sino a raschiare il fondo.

Quattro i danneggiati. Uno: l’automobilista, che ha diritto a una riparazione perfetta a regola d’arte, con manodopera libera e un’etica del lavoro di massimo livello, proprio come accade nel network d’élite di Mio Carrozziere. Due: chi lavora a prezzi bassissimi, in frettissima e malissimo. Tre: tutti gli altri utenti della strada, i quali avranno a che fare con l’auto riparata male a un semaforo, durante un sorpasso, in un altro incidente, inclusi i famigerati vulnerabili (chi va in bici o su monopattino elettrico) da proteggere a parole e invece lasciati alla mercé di veicoli con carrozzerie da brivido. Quattro: tutti gli assicurati. Che, per via di costi dei risarcimenti più alti dovuti ad auto riparate male e quindi più pericolose (più gravi le conseguenze dei loro sinistri), pagheranno prezzi Rca ancora più pesanti di quanto già siano.

Se vuoi opporti alla distopia automotive della riparazione fatta chissà dove e chissà come, segui i suggerimenti di Mio Carrozziere, e non farti spaventare da eventuali lettere “minatorie” che dovessero arrivarti a casa. Del tipo: se scegli un carrozziere indipendente, non convenzionato, allora pagherai 500 euro di franchigia o subisci il 10% di scoperto. Rivolgiti agli esperti Rca di Mio Carrozziere: assieme si trova la via migliore sotto ogni punto di vista. Affinché tu possa di nuovo guidare un’auto sicura. Rammenta che sei un assicurato, in base al Codice civile, e non un consumatore che ha comprato un bene o un servizio.

Published On: 31/05/2024 Categories: Manutenzione auto, Servizi Mio Carrozziere

Cerca la carrozzeria più vicina a te per maggiori informazioni e per un preventivo gratuito.

TROVA LA CARROZZERIA MIOCARROZZIERE
PIÙ VICINO A TE

RICHIEDI INFORMAZIONI

    Dichiaro di aver preso visione e autorizzo il trattamento dei dati personali l'informativa sulla privacy.